Giochi Ubuntu: OpenRA

openra1
Scritto da Christopher Hart
Tradotto da Full Circle Magazine, numero 116

Nel corso degli anni ’80 e nei primi anni ’90 sono stati sviluppati molti videogiochi diventati, a pieno titolo, delle icone culturali. Sono poi diventati parametri di confronto per i successivi giochi dello stesso genere: Super Mario Bros per i giochi di piattaforma. Doom per gli sparatutto in prima persona. Ultima per i giochi di ruolo. Myst per le avventure.

Nel 1993, una software house di nome “Westwood Studios” rilasciò uno dei giochi più ambiziosi fino a quel momento. Un gioco ambientato in tempi moderni, ma su una Terra alternativa, che racconta la storia di una guerra immaginaria dai punti di vista di entrambi i contendenti. Usarono tutti i trucchi che poterono per raccontare una trama avvincente per entrambi gli eserciti, il tutto contornato da teatrali filmati ad introdurre ogni missione.

Sto parlando di Command & Conquer. Dopo aver avuto un rapido successo, l’anno seguente la Westwood creò un expansion pack: “The Covert Operations” nel 1996. Nello stesso anno rilasciarono il primo spin-off del gioco dal nome “Red Alert” (che in principio era stato concepito per essere un’altra espansione del gioco originale). Questo gioco riprese quello che già funzionava bene nel precedente e lo migliorò ulteriormente. Migliorarono la grafica, l’audio e qualsiasi altra cosa.

L’anno successivo rilasciarono non una, ma due espansioni: “Counterstrike” e “The Aftermath”, aggiungendo ulteriori migliorie ad un gioco già superbo.

Quindi, nel 1998, la Westwood Studios tornò su uno dei suoi giochi che ebbe successo in passato, e lo rifecero. Venne rilasciato Dune 2000, e nonostante usasse lo stesso motore di Red Alert, non riscosse grandi consensi: IGN e Gamespot gli assegnarono un punteggio di 5 su 10.

Tutti questi giochi sono tra i miei preferiti di tutti i tempi e ne ho acquistata ogni edizione che sono riuscito a trovare. Ma, negli ultimi anni (da quando sono passato a Linux), non ho più potuto gustarmeli troppo dovendoli utilizzare in un ambiente emulato (Dosbox o Virtualbox). Tuttavia sono rimasto sorpreso quando, facendo delle ricerche su Google, ho trovato OpenRA. Quando ho letto che Command & Conquer e Red Alert, comprese le espansioni, erano diventati freeware, stavo cercando un modo per farli girare su Linux.

Sono rimasto sorpreso non solo quando ho trovato questo programma, ma anche quando ho visto che è open source, e aggiornato per l’utilizzo dell’accelerazione hardware delle schede video moderne, mediante l’utilizzo di OpenGL e l’audio posizionale multi piattaforma sviluppato su OpenAL. La gente che sta dietro a questo software non solo ha ricreato il motore su cui giravano questi giochi, ma vi permette anche di scaricare da un server (nel caso non abbiate il CD o le immagini ISO liberamente disponibili) tutto il necessario richiesto per giocare.

Il gameplay

Sebbene io (e probabilmente anche voi) ami il classico ambiente RTS (Real Time Strategy), il design dei giochi multiplayer si è evoluto significativamente dai lontani anni ‘90. Le mod di OpenRA includono nuove funzionalità e migliorie all’ambiente di gioco, che lo portano nell’era moderna:

  • Possibilità di scegliere schemi di controllo con il tasto destro o con il classico tasto sinistro del mouse.
  • Migliorie nell’interfaccia della barra laterale per gestire la produzione
  • Supporto per il replay del gioco (in modalità singola o multiplayer) con una modalità osservatore sviluppata per lo streaming online.
  • La “fog of war” che oscura il campo di battaglia al di fuori delle zone da voi controllate.
  • Edifici civili che si possono catturare e utilizzare a fini strategici.
  • Le unità che guadagnano esperienza durante i combattimenti, e che progrediscono con l’aumentare dei gradi.

Questi sono dunque videogiochi classici con l’aggiunta di caratteristiche moderne.

Trama/Storia

Nonostante il gioco sia molto proiettato sul multiplayer, c’è una grande componente single player con molte delle missioni originali ricreate in questo motore.

Ognuna delle 3 mod ha però storie diverse:

Dune 2000

  • Tre grandi case lottano per il controllo della preziosa spezia (il melange).
  • Chi controlla la spezia controlla l’universo!
  • Stabilite una base sul pianeta deserto Arrakis, dove la maggiore minaccia è costituita dall’ambiente circostante.

openra2

Command & Conquer – Tiberian Dawn

Un’alleanza di nazioni combatte per proteggere l’Europa e il Nord Africa da una misteriosa organizzazione terroristica e dal prezioso, ma tossico minerale alieno il Tiberium, che si sta diffondendo lentamente sulla Terra.

openra3

Command & Conquer – Red Alert

In un mondo dove il Terzo Reich non è mai esistito, l’Unione Sovietica cerca di conquistare l’Europa. Gli Alleati contro questo Impero del Male: il mondo libero si ritrova a fronteggiare una Guerra Fredda diventata calda.

Come installare il motore e i giochi

Potete ottenere sia l’ultima versione stabile del motore di gioco, oppure la versione di test, andando sul sito www.openra.net/downloads. Potete scegliere la versione stabile, ma meno ricca di caratteristiche, o la versione di test più ricca di feature, ma più suscettibile a bug e instabilità varie. Una volta scaricato il piccolo file (circa 20 MB), potete farci doppio click (aprendo quindi l’installatore di default per i file .deb), oppure aprendo il terminale e dando i seguenti comandi:

sudo dpkg -i ~/Downloads/openra-(parte_restante_del_nome).deb

Assumendo che quella sia la directory dove avete scaricato il file.

A questo punto dobbiamo ottenere i dati del gioco.

Installazione automatica (raccomandata)

La prima volta che lancerete una mod, OpenRA vi chiederà di installare il gioco originale. Questo processo avviene automaticamente dall’interno del gioco: il client può scaricare da internet un set minimo di file, oppure copiare l’intero contenuto del gioco (comprese le musiche e i filmati) da un CD di installazione originale.

Installazione manuale

Se preferite installare manualmente i file del gioco, allora potete copiare i file .MIX nelle seguenti directory:

  • Windows: %USERPROFILE%\My Documents\OpenRA\Content\$MOD oppure %ProgramFiles%\OpenRA\Support (installazione portabile)
  • Mac OSX: ~/Library/Application Support/OpenRA/Content/$MOD
  • Linux: ~/.openra/Content/$MOD (Nota: Linux è case sensitive, perciò dovete cambiare .MIX in .mix)

dove $MOD è l’ID del mod:

  • ra per Red Alert
  • cnc per Tiberian Dawn
  • d2k per Dune 2000

Al primo avvio il gioco vi chiederà se volete scaricare automaticamente una versione ridotta (dato che sia i video che la colonna sonora sono opzionali ai fini del gioco). Per una sana esperienza multimediale, dovrete invece copiare tutti i file *.MIX dal CD originale del gioco.

Installare i filmati

I filmati sono quelli che occupano più spazio sul CD originale (circa 500MB ognuno), per questo non sono inclusi nel download dei componenti del gioco. Comunque si possono facilmente aggiungere se avete il CD originale.

Tiberian Dawn

L’installazione dei file relativi ai filmati è qui piuttosto semplice. Per l’installazione avete bisogno sia del disco GDI che del disco Nod (le due fazioni nel gioco), dato che ognuno contiene un differente gruppo di filmati.

  • Inserite il disco GDI.
  • Copiate dal CD il file MOVIES.MIX e mettetelo nella directory dei contenuti di cnc, quindi rinominatelo in movies-gdi.mix.
  • Inserite il disco Nod.
  • Copiate dal CD il file MOVIES.MIX mettetelo nella directory dei contenuti di cnc, quindi rinominatelo in movies-nod.mix.

Red Alert

I passi qui sono un po’ più intricati, dato che i file .MIX a cui siamo interessati sono contenuti all’interno di altri file .MIX, ossia dobbiamo prima estrarli. Anche qui avete bisogno sia del disco relativo ai Soviet che quello degli Alleati.

  • Inserite il disco degli Alleati.
  • Copiate dal CD il file MAIN.MIX nella directory dei contenuti di ra.
  • Aprite un terminale e andate nella directory dove avete installato OpenRA.
  • Eseguite il seguente comando: ./OpenRA.Utility.exe ra –extract movies1.mix
  • Spostate movies1.mix dalla directory di installazione di OpenRA nella directory dei contenuti di ra.
  • Inserite il disco dei Soviet.
  • Copiate dal CD il file MAIN.MIX nella directory dei contenuti di ra (potete sovrascrivere quello esistente).
  • Aprite un terminale e andate nella directory dove avete installato OpenRA.
  • Eseguite il seguente comando: ./OpenRA.Utility.exe ra –extract movies2.mix
  • Spostate movies2.mix dalla directory di installazione di OpenRA nella directory dei contenuti ra.

Dune 2000

Questo invece è di nuovo semplice. Infatti qui l’opzione di copia dal CD presente durante l’installazione dell’ambiente, copia automaticamente i filmati, a differenza delle altre due mod.

Se avete la necessità di installarli a mano, è comunque semplice visto che l’operazione comporta semplicemente la copia dei file dal CD all’hard disk. Questo funzionerà correttamente solo copiando i componenti della versione inglese del gioco, dato che i file hanno nomi diversi nelle altre lingue.

  • Inserite il disco di Dune 2000.
  • Spostate il contenuto della directory nel CD relativa ai filmati dentro alla sottodirectory Movies (nota: upper-case!) della directory dei contenuti di d2k.
  • Opzionale: se avete una versione non inglese del gioco, dovrete rinominare i file dei filmati per farli corrispondere alla controparte inglese, ossia, per esempio, da a_br01_g.vqa (‘g’ per tedesco) a a_br01_e.vqa (‘e’ per inglese).

Conclusioni

Sebbene questo sia un fantastico software che migliora man mano che si va avanti nel tempo, fremo nell’attesa del momento in cui implementeranno la prossima caratteristica del gioco: il supporto per Command & Conquer 2 – Tiberian Sun!

Sarò felice di votare questo gioco con 4 meritate stelle su 5.

Requisiti di sistema:

  • GPU che supporta Shader Model 2.0 (Radeon 9500+ / GeForce FX5200+ / GMA X3100+)

  • 1GB di spazio libero sull’hard disk

  • 512MB di RAM (solo il gioco occupa circa 100MB)

  • Scheda audio

  • Mouse con tre tasti

  • Scheda di rete (auspicabile)

  • Schermo che supporti almeno una risoluzione di 1024×768

Quindi… in pratica qualsiasi PC fabbricato negli ultimi dieci anni.

Christopher è un semplice tecnico amante di giochi e film. Ho iniziato da poco a gestire un sito web (willbeone-techtips.co.za) dove proverò a scrivere un paio di volte alla settimana.
Questa voce è stata pubblicata in Pubblicazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...